Iscriviti alla Newsletter per ricevere aggiornamento e notizie esclusive
copertina

Armenian Trail 2019

Pubblicato il 01/06/2019
pagine

In questo diario, vi racconterò dell’Armenia, di un insolito cammino, dove ho vissuto con il piacevole conforto degli amici, per il chiacchiericcio serale, ma che ho percorso quasi in solitudine, alla ricerca di luoghi inusuali durante il giorno.

Tracciando rotte che divergevano da quelle dei compagni, nella continua, caparbia ansia di trovare spazi che parlano al cuore, in mezzo a gente che non cerca di blandirti, che non cerca di venderti qualcosa, occupati nelle ordinarie attività giornaliere, dove la mucca, la pecora e il maiale sono ancora più importanti dei turisti.

Cercherò di descrivere le emozioni che si provano nel passare in mezzo a sperduti villaggi, al limite di alti pascoli, in mezzo a valli ricoperte di un’erba profonda, con gli occhi che vagano su cime di montagne ancora coperte di neve.

In un inizio di estate dove un tiepido sole ti crocca la pelle, ho attraversato luoghi, spesso in compagnia dalla miseria, una triste miseria consapevole ai margini delle città, un povero modo di vivere nella sperduta campagna, traversandola ho sperato in una povertà meno cosciente, come una stordente garza di etere sul viso, come una flebile illusione dinnanzi ai miei occhi, drogati, dalla bellezza, di questa terra.

Visualizzatore del libro

Articoli correlati

Si precisa che l'intero ricavato derivante dalla vendita dei libri è devoluto a scopi benefici. Puoi visitare la pagina che raccoglie tutte le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale a cui vengono devoluti i ricavi.

Torna in alto