Iscriviti alla Newsletter per ricevere aggiornamento e notizie esclusive

Nepal · नेपाल अन्नपूर्णकठमडौ मकतिनाथ

Feed di Facebook

copertina

Nepal 2018 Annapurna da Kathmandu a Muktinah

Pubblicato il 04/03/2018

Questo viaggio parte dalla disastrata, fascinosa, Kathmandu, per arrivare ai 4000 metri di Muktinah, luogo usato dagli alpinisti come campo base per l’ascensione verso L’Annapurna, percorreremo le accidentate strade del Nepal, con delle vecchie Royal Enfield dotate di gomme rigate, come negli anni Sessanta, seduti su larghi sedili a molla, carichi di penzolanti bagagli, percorrendo la mitica strada Beni Jomsom, dal fondo di pietra e fango, tagliata nella roccia viva della montagna a picco sulla valle del fiume Gaṇḍakī .

“La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.”

Charles Bukowski

Vedi il libro 

Film del Viaggio

Articoli correlati

Map & Tools
Moto utilizzata per il viaggio

Maps & Tools

alcune informazioni se volete intraprendere questo viaggio

Moto usata: Royal Enfield Bullet, ogni moto ha i suoi luoghi, non mi immaginerei mai di girare per l’India su una moto che non sia la Bullet, o di arrampicarmi sull’Annapurna su una moto diversa da questa, ventisei cavalli, un serbatoio da poco più di tredici litri che può sembrare piccolo ma se non gli tirerete il collo farà più di trenta chilometri con un litro a pieno carico con due persone a bordo. Ogni sorpasso per le tortuose strade del Nepal è una scommessa e se non vorrete morire asfissiati dietro ai lentissimi camion che arrancano in salita fumando nero come ciminiere ne farete molti.

Periodo: marzo, cieli tersi e profondi luce che taglia le cose tanto che sembrano incise.

Strade: possiamo anche cambiare argomento, non sono giudicabili è stata una lotta all’ultima frenata, non ci sono regole, buche, strade che finiscono improvvisamente nel nulla di un sentiero, ognuno che ce la mette tutta per arrivare con ogni inimmaginabile mezzo, con un qualsiasi numero di ruote a motore o trainato da animali. Poi bestie brade ovunque che cercano di mettere un handicap sul tuo percorso, ogni giorno è una scommessa. Quando sono passato con la moto sul ponte tibetano sospeso nel nulla, ho stimato che ci potevo passare dopo averlo visto traversare da una grossa e grassa mucca, più o meno con la moto pesiamo uguali mi sono detto!

Meteo: strepitoso cielo terso non è mai piovuto

Temperatura: molto variabile fino a Tatopani tiepido fino ai venti gradi a Muktinath nella notte meno diciassette con l’umidità del tuo respiro che si condensa sul vetro delle finestre trasformandosi in ghiaccio

Se vi interessano le tracce GPS i POI o qualsiasi altra notizia potete scrivermi all’indirizzo del sito.

Si precisa che l'intero ricavato derivante dalla vendita dei libri è devoluto a scopi benefici. Puoi visitare la pagina che raccoglie tutte le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale a cui vengono devoluti i ricavi.

Torna in alto